Il nostro territorio


L’Oltrepò Pavese è un’area della provincia di Pavia che deve il nome alla sua suggestiva e intima posizione geografica a sud del fiume Po.

Il territorio si sviluppa su una superficie di oltre 1000 km2 ed è incuneato tra ben tre regioni: l’Emilia-Romagna, con la provincia di Piacenza a est, il Piemonte, con la provincia di Alessandria a ovest e la Liguria a sud, con la provincia di Genova.

L’Oltrepò Pavese può essere stilizzato con una forma triangolare, ove un lato è costituito dal corso del Po; il vertice opposto, verso sud, dal monte Lesima – che con i suoi 1724 metri è la vetta più alta della provincia di Pavia – e il vertice meridionale da una zona montuosa rappresentata dall’Appennino Ligure.

All’interno di questo ipotetico triangolo si alternano zone pianeggianti e collinari, dolci declivi, terrazze coperte di vigneti, zone tradizionalmente consacrate alla coltivazione di uve di gran pregio, che fanno dell’Oltrepò Pavese la Terza “regione” al mondo per estensione di Pinot Nero e seconda, nel Belpaese, per superficie “dedicata al vino” con più di 16.000 ettari a coltura specializzata e 1 milione di ettolitri l’anno di prodotto.

A completare la varietà paesaggistica il susseguirsi di cime – fra cui, oltre al citato Lesima, vanno annoverati il Monte Chiappo (1700 m), Cima Colletta (1494 m), Monte Penice (1 460 m) – e valli, come la Valle Staffora, che prende il nome dall’amato fiume che la attraversa. Terra di castelli, chiese, torri, scorci affascinanti e romantici, quanto antichi, la Valle Staffora, è per molti il cuore storico-naturalistico dell’Oltrepò Pavese.

Da questa Valle inizia il nostro viaggio…